Stampa Pagina

presentazione del sito

Benvenuti nel sito internet della Casa Madonna del Lavoro di Nuova Olonio

Buona navigazione!    

Al momento della morte di don Guanella (24.10.1915), il Ricovero di Olonio era una realtà piuttosto piccola, considerando il tempo e confrontata ad altre case dell’Opera. I ricoverati erano dai 40 ai 60 (non esistono statistiche precise) ed abitavano ancora il vetusto edificio “La Castella”, acquistato dal beato (ora Santo) nel 1900 e solo in parte ristrutturato e ampliato. Negli otto anni successivi (1915-1923) la situazione rimase stazionaria anzi, se possibile, peggiorò per la penuria del dopoguerra, per il riacutizzarsi della malaria, per l’inadeguatezza dei confratelli presenti e, infine, per lo scetticismo dei superiori maggiori di Como circa l’opportunità di dare sviluppo all’opera sociale in Pian di Spagna.

Per attuare questo progetto di graduale smobilitazione dell’attività in favore dei disabili, i superiori maggiori inviarono (giugno 1923), come direttore ad Olonio, la persona meno indicata per quello scopo: don Giovanni Riva. Questi, in sette anni, (forzando non poco la mano ai superiori di Como) ricostruì e ampliò notevolmente il ricovero Casa Madonna del lavoro, portando a 200 il numero degli ospiti; fondò la Pia Opera, pubblicò un bollettino trimestrale, organizzò comitati di laici impegnati a sostenere lo sviluppo della Casa. Come dirà sinteticamente d. Piero Pellegrini: “Gli orientamenti dati da don Riva si rivelarono validi per quasi mezzo secolo”.

I direttori che gli succedettero (in particolare don Luciano Tosi) dovettero assumersi il compito di portare a termine i lavori iniziati, saldare i debiti e, soprattutto, organizzare una equilibrata gestione dei diversi gruppi di ospiti (vecchi – minorati gravi – buoni figli capaci di qualche lavoro – bambini disabili scolarizzabili). A don Francesco Rovida poi si deve la costruzione della cappella per gli ospiti e dell’abitazione per le suore guanelliane: una dozzina, a quei tempi, quelle operanti presso il Ricovero.

Negli stessi anni ripartiva lo sviluppo del villaggio-parrocchia con la  realizzazione di alcuni degli ultimi desideri di don Guanella. Iniziò ancora don Giovanni Riva, con la latteria sociale (1924), il campanile (1925), il cimitero (1928), l’oratorio (1930); continuarono i direttori successivi, con i quali Nuova Olonio divenne parrocchia unita a Monastero (1936), vi si aprì l’asilo infantile parrocchiale (1937), fu acquisita la chiesetta di S. Quirico (1939) e ricostruita quella di S. Agata (1940), la chiesa divenne santuario della Madonna del Lavoro (1942).  La località, entrata nel frattempo a far parte del comune di Dubino (1.12.1928), riprendeva dopo la stasi del dopoguerra a crescere sia nell’edilizia privata sia nei servizi pubblici (acquedotto, illuminazione, scuola elementare).

Dalla cronaca di questi anni emerge come lo zelo religioso e caritativo  di San Luigi Guanella sia proseguito nei suoi discepoli: i Servi della carità e le Figlie di S. Maria della Provvidenza; costoro, con grande spirito di operosità e di dedizione, furono capaci di realizzare pienamente le aspirazioni ed i progetti del beato circa il villaggio ed il ricovero. Anche loro, come don Guanella, pur addossandosi, come volevano i tempi, una gran mole di lavoro, seppero farsi aiutare, nel difficile compito dell’accoglienza ed elevazione degli emarginati, da tante persone del laicato e del clero di quegli anni in Valtellina e nell’alto lago.

 

don Cesare Perego

 


 

 

Permalink link a questo articolo: http://www.casamadonnadellavoro.it/

giornalino

giornalino dicembre 2016

Ecco il nostro nuovo giornalino. Fate click sull’immagine per leggerlo o scaricarlo sul PC

Leggi altro

egitto

nuovo calendario 2017

E’ in dirittura d’arrivo il nostro nuovo calendario per l’anno 2017. Quest’anno il tema sarà: “Un selfie da…” e avrà come protagonisti i nostri ragazzi che si sono scattati delle fotografie dai luoghi più famosi del mondo

Leggi altro

gior

giornalino giugno 2016

E’ stato ultimato il giornalino del CDD/CSE di giugno 2016

Leggi altro

giorna

giornalino dicembre 2015

Abbiamo ultimato il giornalino di dicembre. Chi volesse leggerlo o scaricarlo sul PC lo può trovare qui

Leggi altro

spada nella roccia

calendario 2016

E’ in fase di stampa il calendario 2016, con tutte le foto dei nostri ragazzi del CDD e del CSE.

Leggi altro

Ricoh Image

Lettera di Silvia dalla Bolivia

La lettera della nostra amica Silvia dalla Bolivia

Leggi altro

COP

Giornalino dicembre 2014

Ecco a voi il nostro ultimo giornalino. Buona lettura a tutti.
Vi ricordiamo anche le date della consueta mostra di Natale.

Leggi altro

00 copertina cornici

In arrivo il calendario 2015 !

E’ IN ARRIVO IL NOSTRO CALENDARIO 2015. QUEST’ANNO ABBIAMO PENSATO DI IMITARE , GRAZIE AL FOTOMONTAGGIO, ALCUNI QUADRI DI PITTORI FAMOSI METTENDO I NOSTRI VOLTI SOPRA IL DIPINTO ORIGINALE

Leggi altro

P1020997

Che cos’è il pian di Spagna?

Alcune volte siamo usciti con il pulmino per osservare sul campo muniti di binocolo e macchina fotografica quello che avevamo studiato in attività culturale

Leggi altro

festival

il “festival del cinema nuovo”

Sono felice di comunicarvi che il vostro cortometraggio è stato ammesso alla fase finale del nostro concorso: verrà proiettato nella serata indicata sul programma allegato. Anche se non vincesse uno dei premi in denaro nella serata finale sarà premiato con un trofeo o coppa

Leggi altro